Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale. ________________________________________________________________ Torna, dopo l’1 a 1 nella gara disputata ieri tra Lazio e Napoli, la Coppa Italia, con l’andata della semifinale tra Juventus e Fiorentina. Prendendo spunto dalle probabili formazioni pubblicate sulla Gazzetta di oggi andiamo a vedere, ruolo per ruolo, quale squadra parte – sulla carta – avvantaggiata. Storari vs Neto Neto iniziò male la sua avventura italiana, crescendo però nel tempo sino a guadagnarsi la fiducia di tutto l’ambiente Viola e ad iniziare a rendere per quelleLeggi altro →

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale. ________________________________________________________________ Premessa doverosa: ieri sera avevo un impegno e non ho guardato Roma – Juventus. Ciò detto, stamattina mi sono andato a guardare un paio di azioni: quelle dei due goal. https://twitter.com/sciabolatablog/status/425941486459703297 Posto che come ben sa chi mi segue da tempo fare moviola non mi interessa, mi concentrerò sulla rete – decisiva – subita dalla Juventus. In particolare sui due errori di Bonucci. Partiamo da un presupposto: citare la palla persa che da il la all’azione è secondoLeggi altro →

COMMENTO Milan – Novara doveva essere l’esordio dal primo minuto di Simone Verdi, giovane stellina della Primavera milanista che tanto bene sta facendo nel corso della sua carriera giovanile in quel di Milano da ricevere lodi su lodi. Leonardo, Galliani, i tifosi… tutti uniti da una grande convinzione: Simone Verdi è il futuro dell’attacco Rossonero. Con questa prospettiva ho quindi deciso di recarmi in quel di San Siro per assistere ad un evento che, a suo modo, sarebbe potuto essere storico. Qualora Verdi mantenesse le promesse fatte in questo inizio di stagione, infatti, sarebbe stato sicuramente da ricordare il suo esordio ufficiale in prima squadra.Leggi altro →

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale. ________________________________________________________________ E’ la Lazio a spuntarla in una finale non particolarmente piacevole da un punto di vista tecnico-spettacolare su di una Sampdoria piuttosto spenta, aggrappata ai suoi quattro giocatori migliori, gli unici forse davvero degni di un palcoscenico di quel genere. Bellissimo, di sicuro, lo spettacolo mostrato dai tifosi: un Olimpico carico di pubblico come si vede davvero raramente, un Olimpico, per ovvi motivi, per larga parte Biancoceleste. Ma non solo: ben 18000 mila, infatti, erano i tifosi blucerchiatiLeggi altro →

Pesantissima vittoria Doriana nella seconda semifinale di Coppa Italia: i Blucerchiati, infatti, superano con un inaspettato 3 a 0 i loro avversari nerazzurri e pongono una seria ipoteca sull’accesso in finale, che se non scontato è ora ampiamente alla loro portata. La vittoria matura nel primo tempo, quando un’Inter sottotono (e non può essere certo tutto spiegabile con il turnover effettuato da Mourinho) commette diversi errori grossolani e si fa prendere a pallonate dai padroni di casa. Samp che passa in vantaggio dopo nove soli minuti quando Rivas, ultimo uomo, controlla male un pallone giocato con troppa sufficienza, facendoselo soffiare da Cassano; il talento di Bari Vecchia,Leggi altro →

Dopo un buon primo tempo la Juventus crolla e si fa prima rimontare poi superare dalla Lazio. Juve che chiude infatti il primo tempo in vantaggio grazie alla rete realizzata da Marchionni, bravo a capitalizzare una respinta difettosa di Manfredini su cross di Molinaro con un tiro che, deviato da Kolarov, si infila alle spalle di Muslera. Juventus che, tra l’altro, avrebbe già sbloccato il risultato in precedenza grazie ad un rete di Iaquinta, non fosse che la terna arbitrale, erroneamente, decide di annullare la rete alla punta Bianconera. Dopo il vantaggio juventino tenta una timida reazione la Lazio che si porta in un paioLeggi altro →

E’ la Juventus ad accedere alla semifinale di Coppa Italia al termine di una partita piuttosto brutta e molto poco spettacolare, domata solo dopo i calci di rigori. La partita inizia con un primo tempo scialbo, dove nessuna delle due squadre crea nulla di particolare ed il fatto principale è l’infortunio di De Ceglie, partito terzino sinistro, che dopo venti minuti di gioco subisce una botta al torace e lascia il campo, sostituito da Molinaro. Il secondo tempo è un poco più frizzante del primo, con le due squadre che riescono a costruire qualcosa di più. In particolare è il Napoli a rendersi più pericolosoLeggi altro →

E’ la Lazio la prima squadra ad accedere alla seconda semifinale di Coppa Italia: i biancocelesti sono infatti riusciti a battere 3 a 1 il Torino, dando vita, nel secondo tempo, ad una bella rimonta, che vale l’eliminazione dalla competizione per gli uomini di Novellino. A passare in vantaggio, infatti, sono proprio i granata a passare in vantaggio: la Lazio inizia bene, ma alla mezz’ora gli ospiti passano. Subito dopo aver impegnato Muslera con un colpo di testa, infatti, i granata trovano la rete dell’1 a 0 grazie alla complicità di Muslera: Rosina crossa in mezzo, dove il portiere uruguagio non si fa trovare pronto, provandoLeggi altro →

E’ l’Inter a spuntarla in questa sorta di finale anticipata di Coppa Italia che vede opporsi le squadre che negli ultimi anni si sono contese il trofeo in finale. I nerazzurri, infatti, s’impongono 2 a 1, non senza polemiche. In apertura sono gli ospiti a portarsi in avanti, con Perrotta che ci prova di testa su cross di Cicinho, senza però trovare la via della rete. E’ poi Vucinic a rendersi pericoloso: l’attaccante montenegrino si incunea in area e viene chiuso da due giocatori; nel finire a terra tocca la palla con la mano, trovando la rete. Orasto annulla, ammonendo Mirko. A quel punto è l’InterLeggi altro →

Finisce ai rigori il quarto di Coppa Italia tra Udinese e Sampdoria, due tra le squadre meno in forma del campionato, e a spuntarla sono i doriani, che se la vedranno in semifinale (andata il 4 marzo, ritorno il 22 aprile) con l’Inter, vittorioso sulla Roma per 2 a 1. La partita si sblocca solo nel secondo tempo, quando Padalino converge verso il centro del campo ed una volta giunto al limite dell’area fa partire un filtrante in direzione di Pazzini, che incrocia sul secondo palo trovando la rete. Per la giovane punta appena giunta dalla Fiorentina, quindi, la soddisfazione di andare in rete allaLeggi altro →