Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale. ________________________________________________________________ E’ arrivata l’ufficialità: Alessandro Diamanti è un giocatore del Guangzhou Evergrande Football Club. Le cifre ufficiose parlano di circa nove milioni di euro che verranno versati dai cinesi alla società emiliana. Il giocatore dovrebbe invece guadagnare un totale di sette milioni spalmati su tre stagioni. Da un punto di vista economico è quindi sicuramente un colpo importante per il Bologna, le cui casse avevano bisogno di soldi freschi. Ancor più lo è per il ragazzo, che a Bologna –Leggi altro →

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale. ________________________________________________________________ CRONACA L’Inter sembra iniziare subito con un piglio discreto, quasi che un minimo di scossa dal cambiamento di guida tecnica sia arrivata. All’ottavo gli ospiti si portano subito vicini al goal quando, sugli sviluppi di un calcio piazzato, Samuel riceve palla al limite dell’area piccola ma calcia contro Gillet, mangiandosi un goal piuttosto elementare. Due minuti più tardi è però la squadra di casa ad avere un’occasione clamorosa quando Di Vaio è lanciato alle spalle della difesa nerazzurraLeggi altro →

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale. ________________________________________________________________ CRONACA Nemmeno un minuto e la Juventus, spinta da uno stadio quasi colmo in ogni ordine di posto, arriva subito al tiro. Del Piero, però, non riesce ad inquadrare la porta. Al settimo azione sull’asse Pirlo-Del Piero-Vucinic con il montenegrino che spara da fuori, trovando però la pronta risposta di Gillet. Al decimo si fanno vedere gli ospiti: Morleo mette in mezzo un pallone che è deviato malamente da Chiellini. Il tocco di coscia del centrale Azzurro siLeggi altro →

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale. ________________________________________________________________ Dopo aver raccontato il match che ha visto la Juventus di Delneri opposta al Bologna di Malesani andiamo a dare i voti ai giocatori, per avere un’idea più precisa dell’andamento delle cose. Bologna Viviano: 6,5 E’ un sei e mezzo tendente al sette quello del portiere Azzurro: bravo in occasione del rigore e su di un altro paio di conclusioni, anche se in tutti questi casi è sicuramente aiutato da errori altrui – come sul penalty, appunto – o dallaLeggi altro →

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale. ________________________________________________________________ CRONACA Il Bologna parte subito forte e si porta vicino alla porta Bianconera dopo un solo minuto di gioco. L’arbitro, però, interrompe l’azione che aveva messo in affanno Storari per fuorigioco di Di Vaio, oltre l’ultimo difensore nel momento della partenza del pallone. E’ comunque solo una fiammata estemporanea, quella dei padroni di casa: nei primi minuti di gioco, infatti, le due squadre si limitano a studiarsi senza affondare con il piglio giusto, più per capire gli altrui puntiLeggi altro →

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale. ________________________________________________________________ La Juventus arriva a Bologna per provare a prolungare la propria striscia positiva dopo le vittorie con Genoa ed Ajax. Per farlo, quindi, confermatissimo il ritrovato tandem offensivo Amauri-Del Piero, supportati dal solito centrocampo a cinque con i due fluidificanti e Diego trequartista. Il Bologna risponde invece con un 4-5-1 con il solo Zalayeta di punta, supportato da Adailton libero di svariare alle sue spalle lungo tutto il fronte dell’attacco. CRONACA La Juventus ci mette solo quattro minutiLeggi altro →

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale. ________________________________________________________________ Il Bologna si schiera col 3-4-1-2, modulo simile a quello schierato dal Palermo contro lo Spartak, con Mantovani dietro a Cisterni e La Porta. Il Torino di Asta, di contro, risponde con un 4-3-2-1, il classico albero di natale reso famoso dal Milan ancelottiano, con Comi – autore di una doppietta nell’esordio contro il Maccabi – unica punta. Entrambe le squadre si giocano molto: avendo entrambe vinto all’esordio, infatti, non possono che andare alla caccia di una vittoria cheLeggi altro →

Tutti i diritti riservati all’autore. Nel caso si effettuino citazioni o si riporti il pezzo altrove si è pregati di riportare anche il link all’articolo originale. ________________________________________________________________ La situazione di classifica in cui versa il Bologna (terz’ultimo ad un punto dalla salvezza) ha spinto i dirigenti felsinei a cambiare nuovamente l’allenatore. Fatale è stata soprattutto la brutta sconfitta patita contro il Siena: subire quattro goal da una squadra comunque modesta come quella toscana è stato qualcosa che sotto le due torri non poteva essere digerita. Ecco quindi che la Presidentessa Francesca Menarini ed il suo staff hanno deciso di provare a dare un’ulteriore scossa all’ambiente,Leggi altro →

Zarate 2 Bologna 0. Così potremmo riassumere il primo dei due anticipi della 26esima giornata di Serie A. La giovane punta argentina, infatti, torna al goal dopo dieci giornate di secca e lo fa senza accontentarsi di timbrare una sola volta, ma due. Zarate che vince praticamente da solo il match: al 35′ minuto sblocca il risultato portando in vantaggio la Lazio e facendo esplodere l’Olimpico (oggi semideserto, solo 20000 spettatori) con una punizione magistrare che fredda Antonioli, rimasto immobile a guardare la traiettoria del pallone spegnersi giusto in porta.[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=EDtkUbEjSNg] Lazio che comunque, Zarate a parte, merita la vittoria: i Biancocelesti producono molto più giocoLeggi altro →