Anticipi e notizie di mercato del 5/12/08.

Bundesliga: è il Bayern Monaco ad aggiudicarsi l’anticipo della 16esima giornata di Bundesliga. La squadra bavarese, infatti, è riuscita a piegare la prima della classe, il TSG Hoffenheim, grazie alle reti di Lahm e Toni, goal che hanno permesso al Bayern di ribaltare il risultato dopo che l’implacabile Ibisevic aveva sbloccato il risultato al 49′. 

Grazie a questi 3 punti la squadra di Oddo e Toni agguanta proprio l’Hoffenheim, cui si appaia a 34 punti.

 

Ligue 1: è invece il Bordeaux ad aggiudicarsi l’anticipo della Ligue 1. Al Valenciennes non è infatti bastato il goal di Pujol per strappare un pareggio (in precedenza i padroni di casa erano passati in vantaggio grazie alla rete di Chamakh): al 47esimo, infatti, è Cavenaghi (di cui avevamo parlato proprio ieri nella rubrica sul mercato) a siglare il goal partita, facendo guadagnare 3 importantissimi punti ai suoi, punti grazie ai quali resta quindi aggrappato al gruppo di testa, in attesa che tutti giochino le partite di giornata.

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=vXLMGozpavM]

 

Campionato Argentino:  è notizia di oggi che il nuovo allenatore del River Plate, a partire dal prossimo 5 gennaio, sarà Néstor Raùl Gorosito, l’attuale allenatore dell’Argentinos Juniors (club che ha riportato a giocare una competizione internazionale, la Copa Sudamericana, dopo 12 anni di assenza da questo contesto).

El Pipo torna quindi nella squadra che lo aveva lanciato ben 26 anni fa nel calcio professionistico, come giocatore. Sempre da calciatore, tra l’altro, Gorosito ha collezionato 12 presenze nella Seleccion (giocando due Copa America e vincendo quella del 1993, ultimo successo argentino nella competizione) ed ha avuto diverse esperienze all’estero (in Austria – dove vinse il premio di miglior giocatore del campionato dell’anno 1991 – all’FC Swarovski Tirol, in Giappone allo Yokohama Marinos e in Cile all’Universidad, dove chiuse la carriera agonistica) prima di tornare in Argentina per iniziare la carriera da allenatore del Nueva Chicago. Ha allenato anche San Lorenzo, Lanus e Rosario Central. 
Una foto recente del neo allenatore riverplatense.
Una foto recente del neo allenatore riverplatense.

Come giocatore oltre al premio di miglior giocatore del campionato austriaco ha vinto diversi trofei: un campionato argentino (proprio al River), due campionati austriaci, una Coppa del Cile, due Liguilla Pre-Libertadores cilena e una coppa interamericana (con la maglia dell’Universidad).

Da allenatore il suo piazzamento migliore lo ha realizzato nel Torneo Apertura 2003, quando portò il San Lorenzo al secondo posto (dietro al Boca).

Vedremo se saprà dimostrarsi anche un allenatore vincente, dopo aver vinto diversi trofei da calciatore.

 

Calciomercato: La notizia principale per quanto riguarda la Premier League è sicuramente il probabile, almeno secondo quanto riporta il Mirror, ingaggio di Stephen Appiah da parte del Tottenham. La squadra londinese avrebbe infatti intenzione di ingaggiare il 27enne centrocampista ghanese ex Juventus per rinfoltire il centrocampo. Appiah è svincolato dalla scorsa estate, quando rescisse il proprio contratto con il Fenerbaçhe e divento free agent. Un paio di mesi fa era sembrato molto vicino ad un ritorno a Torino, ma poi la dirigenza bianconera decise di puntare sui centrocampisti già in rosa e non se ne fece niente. Vedremo nei prossimi giorni se Appiah tornerà quindi a firmare un contratto e, nel caso, se lo farà proprio accettando l’offerta del Tottenham.

Sempre parlando di centrocampisti ghanesi ci sono da riportare le dichiarazioni di Scolari: l’allenatore del Chelsea è intervenuto oggi per chiarire il fatto che non ha alcuna intenzione di privarsi di Essien (che secondo l’allenatore brasiliano sarebbe seguito da Real, Barcellona e Milan) e che il giocatore rimarrà quindi un utilissimo jolly della sua squadra.

Chelsea che intanto avrebbe mandato degli emissari in Portogallo, più precisamente a Braga, per trattare l’acquisto del 20enne Orlando Carlos Braga de . L’attaccante, nato a Barcelos Portugal, è cresciuto nelle giovanili della società braghense, per arrivare poi in prima squadra, dove si stà ben comportando. Il club di Abramovich potrebbe acquistarlo per lasciarlo sino al termine della stagione all’SC Braga.

Orlando Sà
Orlando Sà

Comincia a prendere corpo, sempre parlando del club di Abramovich, la possibilità che Alex lasci davvero la squadra, magari proprio per trasferirsi al Panathinaikos, dove è stato espressamente richiesto da Ten Cate. La notizia era uscita qualche giorno fa, oggi il manager del giocatore ha parlato chiaro, dicendo che il suo assistito, sentendosi chiuso, gradirebbe essere ceduto in prestito con diretto di riscatto già a gennaio ed aggiungendo poi che ha effettivamente avuto dei contatti col club greco. Di sicuro, però, Alex avrà molte altre richieste, quindi nei prossimi giorni si parlerà sicuramente molto della sua prossima destinazione.

Restando a Londra, ma parlando di Gunners, è di oggi una dichiarazione sibillina di Wenger che vuole a tutti i costi trattenere Gallas a Londra. Questa dichiarazione per tamponare la situazione creatasi, che vorrebbe Gallas in procinto di chiedere il trasferimento; il difensore francese sognerebbe infatti il Milan, che tempo fa l’aveva cercato, e vorrebbe trasferirsi già a gennaio, soprattutto dopo aver perso la fascia di capitano dell’Arsenal. La situazione è molto delicata e non è improbabile che possano esserci colpi di scena nei prossimi giorni.

Per un Gallas che pare avvicinarsi a Milano un Agger che ci si allontana: il giocatore, più volte accostato alla società di via Turati, ha infatti dichiarato di non voler assolutamente abbandonare il Liverpool. Dato che quest’anno la squadra sta andando molto bene anche in Premier (il Liverpool è primo, ad oggi) è anche assolutamente capibile che il 23enne danese non voglia lasciare la squadra.

In giornata ha parlato anche Cristiano Rolando, rivelando un retroscena molto gustoso sul suo passaggio allo United: prima di firmare con il club di Manchester, infatti, era già stato praticamente trovato l’accordo con l’Arsenal, accordo cui mancavano solo alcuni dettagli. A quel punto, però, s’inserì con decisione lo United che offrendo 16 milioni sbaragliò la concorrenza. Il neo pallone d’oro, quindi, fu ad un passo dall’Arsenal.

Potrebbe lasciare la Premier per tornare in Italia David Di Michele. L’ex fantasista del Torino ha infatti dichiarato oggi che nonostante si stia ambientando bene a Londra continua a pensare alla Roma. Se il campionato della Maggica dovesse continuare sottotono chissà, la Sensi potrebbe farci un pensierino.

Di oggi anche le dichiarazioni di Galliani sul capitolo Thiago Silva. L’Amministratore Delegato della società di via Turati ha smentito il possibile arrivo del centrale brasiliano per due motivi: il primo, regolamentare, è il fatto che il Milan non può acquistare altri extracomunitari per questa stagione (la cosa, in realtà, nega la possibilità dell’acquisto solo per gennaio… a giugno chissà…), il secondo, tecnico, è il fatto che la società si sente coperta già così com’è e non crede di dover intervenire sul mercato per rimpolpare il reparto arretrato.

Della rescissione del contratto di Hildebrand abbiamo parlato ieri, oggi cominciano a girare le prime voci sulla prossima possibile destinazione del portiere tedesco. Il giocatore ha estimatori in diversa parti d’Europa, specialmente in Inghilterra, Francia e Germania. Presupposto fondamentale per la firma del suo prossimo contratto sarebbe la rassicurazione del posto da titolare. Di certo possiamo pensare che Timo non ci metterà molto a trovare una squadra disposta a farlo giocare.

Notizie in pillole dal mondo: Juan Sebastian Veron potrebbe continuare la sua carriera in Brasile, al Corinthians; club e agente del giocatore stanno trattando in queste ore, anche se Veron vorrebbe giocare (e magari vincere) la Libertadores con l’Estudiantes. Potrebbe invece finire nella MLS Bosko Balaban, attualmente alla Dinamo Zagabria; non si sa ancora, però, la squadra che sarebbe interessata all’acquisto. Bruno Marioni, invece, tornerà all’Atlas subito dopo aver disputato il Mondiale per Club con il Pachuca. Fabian Frei, intanto, ha rinnovato col Basilea fino al 2012.

3 commenti

  1. Iniziando con i complimenti a “Sciabolata Morbida” per la sua “creatura”, prima dei 3 gol alla Spagna Under 21 (se non ricordo male era la Spagna) non aveva mai sentito parlare di di Sà.
    Strano però che nel Braga non abbia giocato un minuto in questa stagione, anche perchè ha 20 anni, non 17-18, premesso che non l’ho mai visto giocare, e che quindi magari nonostante il fisico (188 cm per 85 kg) potrebbe risultare un giocatore alla Vaz Tè, spero comunque che prima o poi un punta di buon livello (non che Pauleta forse scarso, ma non era il giocatore giusto) torni a nascere anche in Portogallo.

    Su Appiah, ricordo che quando Redknapp allenava ancora il Portsmouth, dichiarò apertamente il proprio interesse per il capitano del Ghana, anche se in quel caso aveva una squadra con diversi problemi in mezzo al campo

  2. Ti ringrazio per i complimenti, è un piacere sapere che segui il mio blog.

    Sì, Orlando fece tripletta proprio alla Spagna, nel 4 a 1 (di Rui Fonte e Parejo le altre reti) con cui il Portogallo si impose sulle furie rosse.
    Nemmeno io l’ho mai visto giocare, purtroppo, infatti ho evitato di dare giudizi personali sul giocatore… sarei però molto curioso di vederlo, perché credo che se non avesse buone qualità non sarebbe seguito da una squadra importante come il Chelsea.

    Per quanto riguarda il suo futuro impiego nel Portogallo mi trovi pienamente d’accordo con te: Pauleta non era all’altezza della situazione (ha segnato molto, ma spesso quando si arrivava ai grandi appuntamenti lui falliva, lasciando la squadra senza un finalizzatore di ruolo) ed il Portogallo ha sempre pagato quest’assenza di grandi punte… hanno un centrocampo composto da ottimi palleggiatori che spesso nascondono la palla agli avversari, ma che finiscono per non essere incisivi sotto porta.
    Non so se Orlando Sà potrà risolvere questo problema, certo è che se i portoghesi potessero schierare una prima punta di livello mondiale diventerebbero una squadra da tenere in grande considerazione nelle grandi manifestazioni (posto che negli ultimi anni hanno fatto buone prestazioni nonostante questo “handicap”).

    Su Appiah non ci sono, al momento, novità di rilevio. Il giocatore, però, ha espresso il suo apprezzamento per la Premier e gli estimatori in Inghilterra sarebbero tanti. Facile quindi pensare che anche se non dovesse essere il Tottenham Stephen possa a breve sbarcare oltremanica.
    In Italia, comunque, parlano dell’interesse del Genoa… dopo Thiago Motta acquisteranno un altro centrocampista di fama internazionale?


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *